INNOVARE – QUALE LA ROTTA E IL VENTO GIUSTO.

Lo diceva Seneca 2000 anni fa:

nessun vento è favorevole per il marinaio che non sa a quale porto vuole approdare

Oggi tutte le imprese hanno raggiunto la consapevolezza che è necessario “innovare”. Sul significato della parola, non credo ci siano dubbi, per un’impresa significa mutamento, modifica, introduzione di nuovi aspetti tecnologici, organizzativi e strategici per rinnovare la macchina aziendale e renderla competitiva sul mercato mutato. Ma da dove partire e per andare dove?

Confrontandomi con più imprenditori ed in settori molto diversi alla domanda:

” perché pensa di avere bisogno di aiuto?”

la risposta è sempre la stessa :

” perché spero che mi si possa dire cosa devo fare per sopravvivere, mi si possa aiutare a cambiare perché così mi sono reso conto, e forse troppo tardi, che non riesco ad andare avanti. Devo cambiarema non so da dove partire, ma non so dove devo andare, sono confuso, non riesco più a riordinare le tante idee”

E’ una risposta da leggere e rileggere, nessuna parola va tralasciata  e presa alla leggera. Parliamo di imprenditori che lavorano nella propria azienda da 30-40 anni, persone che hanno saputo costruire qualcosa di importante per se e per il tessuto sociale nel quale vivono, ma che oggi non vedono più la rotta e quando un marinaio non sa in che porto deve andare, anche se la nave è solida e piena di viveri nessun vento è quello giusto e diventa tutto inutile.

Difficile in un contesto di questo tipo, trasformare i punti di debolezza in punti di forza e non si è spesso nemmeno più in grado di trasformare  i propri punti di forza quali integrità, spirito imprenditoriale, passione, ideali, spirito di collaborazione in GRANDI VALORI per sviluppare una strategia per una innovazione trasformazionale. Diventa quindi importantissimo riuscire a sviluppare nuovi modi di pensare ai problemi stimolando i valori già presenti ( viveri e/o solidità) trasformandoli in un processo di cambiamento.

Il processo che si attua diviene il cuore e il motore per raggiungere il porto del cambiamento, la rotta dell’UNICITA’ di ogni imprenditore diviene un valore assoluto.

Il tempo per attivare questo processo e renderlo irreversibile è altrettanto fondamentale,  anche perchè spesso i viveri stanno già scarseggiando per avere girato a vuoto per ormai un quinquennio.  Purtroppo l’attivazione di un processo richiede tempo e a mio avviso questo è lo scoglio maggiore. Il tempo richiede investimento e fiducia e per la  mia esperienza dove questi due elementi sono ancora  presenti si riesce a trovare il vento giusto per percorrere la rotta dell’UNICITA’, qualsiasi sia il settore o il carattere dell’imprenditore.

Le parole diventano strategia di innovazione applicando i giusti  metodi per attivare il processo.

Buon lavoro a tutti

Olimpia

Social:

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *