DIFFERENZA TRA NETWORK di …….E RETE di ……

Mi sono detta “argomento banale”, poi invece confrontandomi con alcune persone della mia RETE DI CONOSCENZE, ho scoperto che poi così banale non è.

Inutile poi andare a vedere sul web e capire cosa se ne dice, quali sono le definizioni, occorre avere provato sulla propria pelle e capito cosa significhi mettere in pratica il desiderio di essere in un Network di professionisti/imprese/persone o appartenere ad una rete VERA di professionisti/imprese/persone.

Si perché, altra distinzione molto importante, ci sono RETI VERE e RETI NON VERE, reti cioè che sono nate sulla carta per voler condividere un network o un desiderio di appartenere ad un gruppo e quindi mettersi un cappello ( uguale RETE NON VERA) e reti, a mio avviso poche, che prima hanno sperimentato il significato di essere rete, poi hanno maturato la voglia di esserlo e poi ancora hanno concretizzato il desiderio di condivisione fondando  un gruppo di lavoro, una associazione, una società e hanno iniziato a condividere regole, ripartire costi; hanno maturato un forte senso di appartenenza e di amore amicale fra persone appartenenti ad un gruppo di ….

AMORE AMICALE, due parole per un concetto talmente forte da muovere tutte le leve necessarie per aprire le porte ed avviare sviluppo, crescita, inventiva, innovazione ed apertura di frontiere.

Per intenderci:

– avere un buon network ci può aiutare a farci sentire potenti,importanti e meno soli: “ conosco 100 persone, ho il loro numero di telefono, la loro mail, mi riconoscono se ci incontriamo per strada, prendiamo almeno una volta all’anno un caffè al bar insieme, ci sorridiamo pure, ci scambiamo opportunità ” Sai quanti caffè prendo, quanti sorrisi ricevo, quante persone mi salutano, quanti numeri di telefono ho nel mio smartphone, quante mail ricevo, quante opportunità di contatto creo?

Veramente tante le cose che riesco a fare (e io ho parlato di 100 contatti non 300 o  500….)

-avere una buona rete ci fa sentire potenti ed importanti: “ condivido il mio lavoro con 10 persone, spesso sviluppiamo insieme idee, spesso cresciamo insieme, spesso inventiamo insieme, spesso innoviamo il nostro modo di offrirci agli altri, spesso valichiamo i confini senza timore per poterlo raccontare, sempre impariamo gli uni dagli altri e non siamo gelosi di donare agli altri ciò che abbiamo imparato ” Sai quanto riesco ad inventare, sai quanto riesco a sviluppare, sai quanto riesco ad imparare, sai quanto riesco a cambiare ( innovare), sai quante paure riesco a superare, sai quanto cammino riesco a fare?

Veramente tante le cose che riesco a fare ( e io ho parlato di 10 persone, non di 15 o 20)

Che ne dite c’è differenza?

Per essere rete di … e società o associazione,  occorre lavorare prima su aspetti motivazionali, di stima e di fiducia reciproca per poi arrivare alla condivisone di regole ed obiettivi comuni e sviluppare anche lavoro e business.

Per esse network di….non occorre lavorare su nulla, basta condividere contatti e coltivarli un minimo perché il contatto non muoia. Insomma basta  incontrarci qualche volta al bar, al telefono, via mail. Facebook è la stessa cosa, manca solo il caffè e la stretta di mano e già ci fa sentire meno soli….. e sviluppa business…

 

Olimpia

 

Social: